La Francia finanzia la ricerca sulle malattie rare


Nel trattamento delle malattie rare, la Francia vuole ottenere risultati superiori a quelli americani: è quanto ha dichiarato il ministro francese per la Ricerca François d’Aubert.
Nel corso della presentazione del piano nazionale francese per le malattie rare, d’Aubert ha annunciato che il suo ministero destinerà in quattro anni 20 milioni di euro alla ricerca sulle principali malattie genetiche che colpiscono 3 milioni di persone in Francia e 27 nell’intera UE.
‘Facendo tesoro delle misure già adottate a livello europeo per la ricerca farmaceutica sulle malattie rare, ma tenendo anche conto delle indicazioni e delle scoperte ottenute dalle ricerche americane e giapponesi, possiamo ragionevolmente sperare di conseguire risultati realmente convincenti’, ha dichiarato d’Aubert.
D’Aubert ha spiegato che tra il 1973 e il 1982 gli USA avevano lanciato in media un farmaco all’anno per curare le malattie orfane. Con il piano del 1982, la media era salita a 12. Nel 1980, erano morti 200.000 americani a causa di malattie orfane, ma il numero era sceso a 165.000 nel 1995, in altri termini, il tasso di mortalità per malattie rare era sceso in America dall’11,6% del 1980 al 7,8% del 1995.
‘La nostra ambizione è di fare ancora meglio con il nostro piano nazionale’, ha detto d’Aubert.
Il piano mira a scoprire strategie efficaci che permettano sensibili progressi nella maggior parte delle 700 malattie etichettate come rare. Nei prossimi quattro anni, i ministeri della Salute e della Ricerca destineranno in totale 98 milioni di euro alla lotta contro le malattie rare, un investimento che servirà anche a garantire un accesso equo alle diagnosi, al trattamento e alle cure dei pazienti.
D’Aubert ha spiegato che il programma di ricerca finanziato dal suo ministero coprirà sei importanti aree: ricerca epidemiologica, ricerca sulla caratterizzazione genetica e molecolare delle malattie rare, fisiopatologia, ricerca diagnostica, ricerca terapeutica, ricerca sulla valutazione delle conseguenze psicosociali delle malattie rare.
Inoltre, 400.000 euro verranno usati per sviluppare partenariati a livello europeo, ha aggiunto d’Aubert. Il ministero francese per la Ricerca intende creare una piattaforma europea per la malattie rare, e incoraggiare anche un maggiore coordinamento nella disponibilità di test biologici per le malattie estremamente rare, la nascita di centri di riferimento clinici e biologici, la definizione di indicatori di sanità pubblica, la ricerca in generale.

Per il testo del piano nazionale sulle malattie rare (in francese):
http://www.recherche.gouv.fr/discours/2004/dpplanmr.pdf
Categoria: Varie
Fonte: French Ministry for Research
Documenti di Riferimento: Sulla base delle informazioni comunicate dal ministero della Ricerca francese
Acronimi dei Programmi:
MS-FR C
Codici di Classificazione per Materia: Medicina, sanità, Politiche, Ricerca scientifica
RCN: 22955
CORDIS RST-NOTIZIARIO / © Comunità europee