“Uova di Pasqua, belle e “Buone”

amr – 24/03/2007 – 13:03
Da nord a sud, Pasqua significa uova di cioccolato ma anche tante, tantissime iniziative di solidarietà che hanno proprio come protagonista il ‘sorprendente’ dolce tanto amato dai bambini, ma non solo.
Anche quest’anno l’Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma (Ail), torna in 3.500 piazze, fino al 25 marzo, con l’iniziativa giunta ormai al quattordicesimo anno. L’Ail gestisce in tutta Italia 38 servizi di assistenza domiciliare e 30 case alloggio, che ospitano pazienti che devono sottoporsi a cure di lungo periodo insieme ai loro pazienti: acquistare un uovo di Pasqua offerto dai volontari dell’Ail significherà aiutare la ricerca, ma anche per il servizio di assistenza domiciliare ai pazienti ematologici e nella realizzazione di case alloggio per permettere ai pazienti di affrontare le cure assistiti dai familiari.
A Ferrara invece l’associazione Emiliano De Marco, fondatrice di una clinica africana specializzata nella cura dei bambini e nell’assistenza alle partorienti, propone dal 27 marzo uova di cioccolato per tutti i gusti e dalle mille decorazioni, i proventi serviranno a sostenere le attività dell’ospedale dei ferraresi di Tharaka in Kenia. L’iniziativa si protrarrà fino a Pasqua proponendo anche una collezione di oggetti artigianali in arrivo dal Kenia.
Ancora, uova benefiche anche a Trento, dove domenica 25 marzo al PalaTrento l’Itas Diatec Trentino affronterà la Cimone Modena nella penultima esibizione interna della regular season 2006/2007. Come di consueto nell’ultimo impegno casalingo prima di Pasqua all’interno del palazzetto troverà posto uno stand riservato a “Cometa Asmme” (Associazione Studio Malattie Metaboliche Ereditarie) dove verranno vendute al pubblico le tradizionali uova al cioccolato.
Le uova potranno essere acquistate con un’offerta a partire da 8 euro, i fondi raccolti in questa occasione verranno destinati a sostenere la ricerca rispetto a questo tipo di malattia cronica ed aiutare i malati e le loro famiglie, che necessitano di un sostegno economico importante per affrontare terapie o nuovi tipi di esami.
Al rifugio di Bazzano (in provincia de L’Aquila), gestito dai volontari della Lega Nazionale per la Difesa del Cane,anche quest’anno è possibile aiutare i suoi 400 ospiti a quattro zampe, acquistando le uova e le colombau per Pasqua. I contributi raccolti serviranno a gestire al meglio il rifugio e le attività dell’associazione: la Lega del Cane, infatti, da anni opera anche sul territorio, e non solo dentro al canile, per soccorrere gli animali in difficoltà (cani e gatti feriti, smarriti o randagi), nutrendoli, sterilizzandoli e seguendoli dal punto di vista veterinario.
Fonte: www.puntobar.com