Un successo l’asta dei… «mambroni»

Beneficenza & sorrisi per aiutare i bambini dell’ospedale pediatrico Giovanni XXIII. Milleduecento euro raccolti ieri pomeriggio in quasi tre ore a tratti esilaranti durante la vendita di «mambroni e mambronicini», 40 pezzi assolutamente inguardabili, «cose improbabili degne di essere buttate non appena fuori dal locale» dice ridendo Marina Losappio Triggiani, del Caffè d’Arte, il locale dove si è svolta l’asta di beneficenza con una banditrice di eccezione: Carmela Vincenti. Con la… complicità di altri due attori e amici, Enzo Vacca e Roberto Petruzzelli, la Vincenti portato i «mambroni» e i «mambroncini» fuori dalla immaginaria nobile dimora dei ricchi e ormai decaduti Pettaroscia, protagonisti del suo romanzo incompiuto. I pezzi, rigorosamente coperti da lenzuola bianche sollevate di volta in volta dal piccolo Walter Vincenzi, 9 anni, si sono mostrati in tutto il loro kitch riscuotendo clamorose risate e… insensati rilanci. Grandi ringraziamenti finali del prof. Carnevale, primario del dipartimento di Malattie metaboliche dell’ospedaletto, che ha spiegato quanto sia difficile la vita per i suoi piccoli pazienti, che devono combattere una battaglia troppo più grande di loro, per la sopravvivenza quotidiana.