Trapianto di Cellule di fegato

KataWeb Salute – 21 Novembre 2000 A Padova il primo trapianto in Europa di cellule di fegato Trapianto record a Padova. Su una paziente di 46 anni sono state trapiantate cellule del fegato: è il primo caso in Europa, e il primo al mondo per la malattia per la quale il trapianto è stato eseguito, la glicogenosi, una grave malattia metabolica ereditaria, incompatibile con la vita (la stessa tecnica è già stata applicata negli Stati Uniti su tre pazienti, ma per altre malattie). In cosa consiste il trapianto, eseguito due settimane fa all’ospedale di Padova da un’équipe multidisciplinare composta da Maurizio Muraca, Antonio Gerunda, Alvise Maffei, Alberto Burlina, Giampietro Giron, lo spiega il professor Maurizio Muraca, docente di medicina interna all’università di Padova, che ha diretto il team: “Invece di trapiantare tutto il fegato, abbiamo preso un fegato lesionato da un incidente stradale, e che quindi non poteva essere trapiantato per intero, abbiamo isolato le cellule normali e le abbiamo iniettate nel fegato della paziente. Le cellule tendono naturalmente ad attecchire dentro il fegato”. Si può già dire che il trapianto è riuscito? “L’abbiamo fatto due settimane fa, e tutto sta andando nella direzione sperata, ma avremo bisogno di alcuni mesi per valutare gli effetti a lungo termine”. I vantaggi di questo trapianto cellulare rispetto a quello dell’organo intero ? “Intanto, da un solo fegato possiamo isolare cellule per trattare più pazienti. E poi, in caso di rigetto il paziente non è a rischio di vita, al massimo ritorna nella condizione precedente”. Potrà curare anche altre malattie ? “Potenzialmente, può curare molte malattie congenite, come l’ipercolesterolemia, le malattie del metabolismo degli zuccheri, dei grassi, delle proteine. In futuro, vorremmo arrivare a costituire banche di cellule congelate pronte per l’uso. A questo stiamo lavorando”.