Screening neonatale allargato, in Veneto si è giunti a una decisione

Il centro sarà a Verona. Si riaccendono le polemiche

Il nuovo centro di screening neonatale per le malattie metaboliche ereditarie sarà a Verona. Questa la decisione della Regione Veneto, giunta dopo un lungo e travagliato processo decisionale che ha visto affrontarsi i poli scientifici di Padova e Verona. Verona è già l’attuale centro screening per la regione, quindi il centro sarà attrezzato per l’allargamento dei test alle malattie metaboliche ereditarie.
A Padova però sono già presenti alcune costosissime apparecchiature necessarie allo svolgimento dei test, donate dall’associazione Cometa Asmme proprio per velocizzare l’allargamento dello screening neonatale.

La polemica non si esaurisce dunque qui: i parlamentari Pd Margherita Miotto e Alessandro Naccarato hanno deciso di portare la vicenda in Parlamento, con un’interrogazione volta a comprendere il motivo della scelta.
Secondo la Miotto si tratta di “una presa in giro intollerabile”, che va nella direzione opposta rispetto alla richiesta delle famiglie

 

Fonte: O.Ma.r.