PENSIONI: E’ TEMPO DI MODELLO ICRIC E AUTOCERTIFICAZIONI PER LE INDENNITA’ INPS

 inps
AVVISO IMPORTANTE
Entro il 30 giugno (prorogato al 31 luglio 2013) le persone che usufruiscono di prestazioni assistenziali erogate dall’INPS dovranno presentare le consuete autocertificazioni
Ricordiamo una scadenza importante per tutte le persone che usufruiscono di prestazioni assistenziali erogate dall’INPS. Entro il 30 giugno 2013 (prorogato al 31 luglio 2013), infatti, dovranno essere restituiti compilati i moduli di autocertificazione di eventuale ricovero per i titolari di accompagnamento e di redditi per i titolari di assegno d’invalidità.
A questo proposito, l’INPS sta inviando in questi giorni a casa di ciascun pensionato, quello che viene definito “bustone“, come affermato dal messaggio INPS numero n. 8761, che specifica anche le tipologie di moduli.Nel “bustone” sarà contenuto, a seconda dei singoli casi, il   modello RED italiano o modello RED estero, il  modello 503 AUT italiano, l’integrazione RED 2010 – campagna RED 2011, i modelli di dichiarazione per i titolari di PRESTAZIONI ASSISTENZIALI, il modello per INDENNITA’ di FREQUENZA – Denominazione della scuola. Si tratta dei modelli ICRIC, ICLAV, ACCAS/PS.

Per quanto riguarda le persone disabili, ricordiamo che ogni anno chi è titolare di provvidenze economiche d’invalidità civile, è tenuto a presentare la dichiarazione che attesti la permanenza o meno dei requisiti amministrativi di ricovero gratuito e della mancanza di attività lavorativa (vedi art. 1 legge 662/1996, legge 247/2007). Il requisito del ricovero è richiesto anche ai fini della misura dell’assegno sociale (legge 335/1995 e Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 13 gennaio 2003). Per chi invece riceva l’assegno sociale o pensione sociale, è richiesta la attestazione in merito alla residenza stabile e continuativa nel nostro Paese. Ad essere interessati sono quindi i titolari di indennità di accompagnamento o di frequenza (modello Icric), di assegno mensile (Iclav), pensione sociale o di assegno sociale (Accas/Ps).

Queste le tipologie di modelli per le dichiarazioni di cui sopra:
Modello ICRIC
I titolari di prestazione INV CIV di fascia 33, 38, 41, 42, 44, 45, 47, 49, 50, devono effettuare una dichiarazione di responsabilità relativa all’eventuale ricovero a titolo gratuito.

Modello ICRIC – Indennità di Frequenza
I titolari di prestazione INV CIV di fascia 47, 49, 50 devono effettuare una dichiarazione di responsabilità relativa alla loro frequenza scolastica obbligatoria, frequenza di centri formazione-addestramento professionale, frequenza di centri ambulatoriali

Modello ICLAV
I titolari di prestazione INV CIV di fascia 34, 35, 36, 40, 48, devono effettuare una dichiarazione di responsabilità relativa allo svolgimento o meno di attività lavorativa.

Modello ACCAS/PS
I titolari di pensione sociale e assegno sociale devono effettuare una dichiarazione di responsabilità relativa alla permanenza del requisito della residenza stabile e continuativa in Italia. Inoltre i titolari di Assegno Sociale devono effettuare una dichiarazione di responsabilità relativa all’eventuale ricovero a titolo gratuito.

Per quanto riguarda l’indennità di frequenza, l’INPS specifica che da quest’anno è necessario fornire informazioni circa la denominazione della scuola frequentata e del periodo interessato, per alcune tipologie di prestazioni. Pertanto è previsto anche il Modello per INDENNITA’ di FREQUENZA – Denominazione della scuola

Per maggiori informazioni:

Il Messaggio INPS n. 8761

IN DISABILI.COM:

Nel forum si discute di modello Icric 2013: scadenze e modalità

Speciale INVALIDITA’ CIVILE