Napoli, bimba con deficit genetico raro – Le Regione comprerà il farmaco

NAPOLI (8 gennaio) – La bambina affetta da un rarissima malattia metabolica da deficit di piridossamina 5 fosfato ossidasi, curabile solo con la somministrazione ripetuta del farmaco «Piridossalfosfato», prodotto negli USA, potrà ricevere grauitamente il farmaco.

Dopo l’appello rivolto al Ministro della Salute Ferruccio Fazio dalla mamma di Giugliano in Campania per ottenere un farmaco indispensabile per la sua bambina, il Ministero ha contattato l’Assessore alla Sanità della Regione Campania Mario Santangelo e si è convenuto che su specifica disposizione regionale l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli assicurerà in ogni caso la fornitura gratuita del farmaco. Il Ministro Fazio ha inoltre invitato l’Agenzia Italiana del Farmaco ad offrire «ogni eventuale necessario aiuto e collaborazione alle strutture sanitarie interessate, in caso di difficoltà nel reperimento del farmaco in questione».

Sarà la Regione Campania a garantire la copertura delle spese per il reperimento e l’acquisto del farmaco necessario per curare Patrizia. La conferma arriva anche dal professor Roberto Paludetto, responsabile della terapia intensiva neonatale del Secondo Policlinico, che ha in cura la bimba. «Questa mattina – ha detto Paludetto – sono stato contattato dall’assessore Santangelo, il quale mi ha detto che lui e Bassolino si erano attivati per trovare una soluzione. Dopo alcune ore – ha concluso Paludetto – dall’assessorato alla Sanità mi hanno confermato che la Regione Campania coprirà le spese per curare la piccola Patrizia». Quello della bambina è uno dei 15 casi al mondo di una malattia genetica rarissima, che uccide generalmente i neonati con le convulsioni. Ieri la mamma aveva lanciato un appello al ministro della Salute, Ferruccio Fazio.