Il 24 settembre PADOVA è “NELLE MANI DEI BAMBINI”.

Tratta da Agipress – Notizia n.8384 – www.agipress.it
del 22/09/2006 – 17.22.33
Il 24 settembre PADOVA è “NELLE MANI DEI BAMBINI”.

Una domenica per il futuro, con Cometa A.s.m.m.e. Onlus e I.S.D. Teatro Ragazzi Onlus.

A Padova il 24 settembre sarà una domenica speciale. Le centralissime piazze delle Erbe, dei Frutti e dei Signori diventeranno scenario di un evento tutto dedicato ai bambini. Giochi, attività teatrali ed espressive, musica e divertimento coloreranno la città per i suoi piccoli visitatori. L’idea nasce da Cometa A.s.m.m.e. Onlus, l’Associazione Studio Malattie Metaboliche Ereditarie, e da ISD Teatro Ragazzi, l’Istituto di Sperimentazione e Diffusione del teatro per bambini e ragazzi: “Proprio domenica celebreremo il 25° Festival Nazionale del Teatro per i Ragazzi. Ci è sembrata una splendida occasione per unire i nostri obiettivi con quelli dell’Associazione. Guardare al futuro, offrendo ai bambini la possibilità di conoscere, attraverso il divertimento, la condivisione e la partecipazione fa parte della nostra esperienza, che abbiamo voluto offrire a Cometa A.s.m.m.e., e a tutti quelli che l’Associazione si impegna ad aiutare” commenta Micaela Grasso, Segretario Generale dell’ISD Teatro Ragazzi.
“Un aiuto che si concretizza su diversi fronti, da quelli più concreti di supporto, a quelli più complessi di sensibilizzazione della cittadinanza e delle istituzioni”, spiega Anna Maria Marzenta, presidente di Cometa A.s.m.m.e. L’Associazione non è nuova a questo tipo di iniziative, a febbraio, con le “Prove di Contaminazione”, megaevento tenutosi a Vicenza, e a giugno in occasione di Marostica in Jazz con “Ci metteresti la faccia”, è riuscita a coinvolgere migliaia di persone che delle malattie metaboliche ereditarie non sapevano nulla o quasi.
“Si tratta di una logica che nasce dalla necessità quotidiana che abbiamo noi “rari”, con le nostre enormi difficoltà, di trovare uno spazio nella società “normale”, che si muove e pensa secondo criteri che sono adeguati solo alla sua parte più numerosa e “sana”. Il primo passo è allora quello di farci conoscere, di far sapere che esistiamo anche noi, che ci sono malattie di cui si sa pochissimo e che provocano danni gravissimi, se non la morte”, prosegue Anna Maria Marzenta.
Un messaggio difficile,che Cometa Asmme ha saputo trasformare in un’occasione di condivisione, di partecipazione e conoscenza per tutti. Così sarà anche il 24 settembre, grazie alla collaborazione con l’ISD Teatro Ragazzi. Da ben venticinque anni l’Istituto si occupa di creare alternative ad una cultura sempre più omologata e standardizzata, per offrire ai ragazzi, attraverso il teatro, stimoli diversi, mirati a recuperare la partecipazione sociale che si va perdendo con il mondo virtuale che invade prepotentemente la vita di tutti.
Cometa A.s.m.m.e. ha saputo coinvolgere anche altre realtà: dal Gruppo Gelatieri Padovani, che preparerà gelati per tutti i gusti, anche per quelli che, soffrendo di queste patologie, sono costretti a seguire una dieta speciale, alle Istituzioni, la Regione Veneto, la Provincia, il Comune di Padova, il Quartiere 1 Centro, che hanno dato patrocinio e disponibilità e all’Azienda Ospedaliera di Padova che ha riconosciuto in Cometa A.s.m.m.e. l’associazione di riferimento per le malattie metaboliche ereditarie. Una collaborazione preziosa, questa, che vede Padova protagonista di questo evento. Una scelta in linea con l’attenzione per i bambini che Padova dimostra già di avere. Sede di uno tra i più importanti poli pediatrici nazionali,di Cometa A.s.m.m.e. e di ISD Teatro Ragazzi, Padova il 24 settembre sarà una città che “Nelle mani dei bambini” parlerà di futuro.
“Cos’è il futuro se non il tempo che sarà dei bambini di oggi? Salvaguardare i bambini, la loro salute e le loro possibilità di vita significa migliorare il futuro di tutti”. Conclude Anna Maria Marzenta.