Gospel, la solidarietà in musica

L’EVENTO Sabato 8 dicembre concerto natalizio dei Joy Singers. Con un obiettivo importante
Gospel, la solidarietà in musica
Incasso all’,associazione Cometa per lo studio delle malattie metaboliche ereditarie
Vicenza
Il gospel per ricordare e aiutare chi soffre. Sarà Vicenza ad ospitare, quest’anno, il concerto di Natale organizzato dall’associazione Cometa Assme per lo studio delle malattie metaboliche ereditarie in collaborazione con Regione Veneto, Provincia di Vicenza e Comune. Ad esibirsi sul palco della Sala Palladio dell’Ente Fiera, sabato 8 dicembre alle 21, il coro gospel Joy Singers, impegnato da alcuni anni nell’opera di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle malattie rare. La presentazione della serata, intitolata Il Gospel, una Cometa e Tu, si è svolta a palazzo Nievo alla presenza dell’assessore provinciale alla cultura Antonio Franzina, del presidente del Consiglio provinciale Giuseppe Castaman, del presidente dell’associazione Cometa Annamaria Marzenta e del presidente dell’Associazione lagunari truppe anfibie, generale Essenza. «È giunto il momento di aprire gli occhi e fare qualcosa di realmente concreto – ha detto Franzina – per riuscire a garantire ai malati non solo la costanza della ricerca scientifica ma anche un’assistenza più efficace, per permettere loro una vita sociale il più possibile normale. Grazie alle associazioni come la Cometa ci sentiamo spronati a combattere per la vita e proviamo vergogna per le nostre inadempienze». Le malattie rare, ha detto la presidente Marzenta, sono considerate tali perché pochi sono gli ammalati, ma in realtà il dato numerico è bugiardo: gli ammalati sono pochi perché molte patologie non sono neppure diagnosticate, in quanto sconosciute. Una maggiore informazione dei media ed una più attenta considerazione della classe politica potrebbero contribuire al miglioramento delle condizioni di vita delle persone che soffrono e dei familiari che li circondano. Ecco perché diffondere un messaggio, un grido di aiuto può servire. E per fare questo non c’è veicolo migliore della musica, di quella gospel in particolare. I cori gospel, infatti, fanno emergere una volontà di riscatto, un desiderio di superare le situazioni di disagio, e sanno infondere coraggio e dare speranza, grazie alla loro carica espressiva. Tutti vicentini, perciò, potranno contribuire, divertendosi, a dare speranza alle persone meno fortunate. L’incasso, infatti, sarà devoluto alla ricerca e allo studio delle malattie metaboliche. Massimo Pecori