Farmaci, da oggi costano di meno

Il decreto legge stabilisce il blocco degli aumenti dei prezzi dei farmaci fino al gennaio 2006

Farmaci meno cari. E’ quanto si propone il decreto-legge approvato da Consiglio dei Ministri del 20 maggio 2005 recante interventi sul prezzo dei farmaci non rimborsabili dal servizio sanitario nazionale. In particolare il provvedimento estende ai medicinali di classe c) la disciplina già vigente per i medicinali erogato dal servizio sanitario nazionale inseriti nella classe a). In pratica il farmacista è tenuto ad informare il cliente della presenza in commercio di medicinali aventi uguale composizione di principi attivi ma meno costosi.Viene specificato inoltre che il confronto dei prezzi va fatto per unità posologica o quantità unitaria di principio attivo, per consentire al cliente una libera scelta. Sarà compito dell’Agenzia Italiano del Farmaco predisporre e diffondere per i farmacisti e i cittadini un apposito elenco dei farmaci che ponga a confronto per ogni principio attivo delle specialità medicinali i corrispondenti farmaci generici. Si prevede inoltre un prezzo massimo fissato dalle singole aziende per i farmaci di fascia c) e lo sconto massimo (20%) applicabile dal farmacista. Il provvedimento deve ora andare alle Camere per la conversione in legge. (20 maggio 2005)