Da Alcatraz a San Francisco a nuoto per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle Malattie Rare

E’ un nuotatore e contemporaneamente un artista del pennello. L’8 agosto si cimenterà in un’insolita traversata che unisce le sue due passioni: dall’isola di Alcatraz alla citta’ di San Francisco a nuoto dipingendo e, come se non bastasse, spingendo una piattaforma su cui due musicisti suonano cullati dalle onde. L’autore dell’impresa si chiama Alberto Cristini e ha una dedica speciale: ai malati rari, unici nelle proprie criticita’, come unica e’ l’attivita’ ideata da Cristini, la ‘nuoto pittura’, “un modo per vedere le cose e dipingerle da un’ottica diversa”, spiega l’artista sul suo sito. Cosi’ ha attraversato diversi specchi d’acqua, completando dei quadri che sono confluiti nella serie ‘cornici d’acqua’: dal lago di Garda allo stretto di Messina, dalla baia di New York al lago di Loch Ness. Imprese in cui si cimenta dal 1982. Ora gli occhi saranno puntati su San Francisco, dove si svolgera’ l’iniziativa in omaggio ai malati rari, che ha incassato il sostegno della Consulta nazionale delle malattie rare. “Sara’ un’interessante prova di sensibilizzazione per dare maggior consapevolezza alle istituzioni, all’opinione pubblica e ai media sulle malattie rare e sui problemi vissuti dai pazienti e dalle loro famiglie”, commenta in una nota Flavio Bertoglio, presidente della Cndmr. Dal 10 al 30 agosto si terra’ anche una mostra firmata da Cristini, ‘Le luci del giorno e della notte’, in programma all’Istituto italiano di cultura dove saranno esposte immagini ad acquerello di paesaggi marini e della zona del Delta del Po. “E’ una traversata unica nel suo genere da tutti i punti di vista e vorrei dedicarla al mondo delle malattie rare. Malati e familiari impegnati ogni giorno in una sfida che la tenacia, la passione, la competenza e l’amore possono aiutare a vincere”, spiega l’artista nella nota diffusa dalla Consulta.