Attivazione centro regionale malattie metaboliche ereditarie …

Sinigaglia: “Coletto non reisponde. Atteggiamento che impedisce cure fondamentali per bambini”

“Sull’attivazione, a Padova, del Centro regionale malattie metaboliche ereditarie, l’assessore Coletto non risponde”.

La critica viene dal consigliere regionale del PD e vice presidente della commissione sociosanitaria, Claudio Sinigaglia. L’esponente democratico giudica evasive le risposte date oggi in aula dall’assessore alla sanità nel corso del question time.

“Non è stata data una esauriente risposta alle numerose interrogazioni (a firma Sinigaglia, Peraro, Ruzzante) su questa delicata vicenda. Cosa grave perché nel frattempo non viene attivato lo strumento per fare lo screening allargato, una macchina donata dall’associazione Assme del costo di 400 mila euro”.

“Si tratta di un atteggiamento irresponsabile perchè in questo modo si impedisce di scoprire per tempo malattie che incidono, a volte irreparabilmente, nella vita di tanti bambini. Va infatti ricordato che solo a Padova si può immediatamente fare questo tipo di screening, indispensabile per individuare circa una trentina di malattie rare e che, soprattutto, solo a Padova viene svolta attività di diagnosi e cura”.

“E malgrado a Verona – conclude Sinigaglia – sia a disposizione solo lo screening semplice, che individua solo 4 malattie, e manchino la diagnosi e la cura, Coletto difende inopinatamente questa realtà. Mentre Zaia, interpellato più volte, si gira dall’altra parte”.